Expo2015: Cosa mangiare? Eccovi 5 buoni consigli! di info goostalo

Abbiamo visitato Expo dopo aver sentito commenti di tutti i tipi, i consigli più disparati, le raccomandazioni su cosa non perdere e sui padiglioni che invece non vale nemmeno la pena visitare. Li abbiamo ascoltati tutti e dimenticati immediatamente appena messo piede a Rho, e abbiamo iniziato la nostra avventura in giro per il mondo, padiglione per padiglione, foodtruck dopo foodtruck e cluster dopo cluster. Il risultato? Adoriamo Expo, siamo rimasti incantati da alcuni padiglioni in particolare (e soprattutto dai loro piatti tipici), dall’atmosfera di questa esposizione universale che tanto ricorda quella dei parchi a tema più conosciuti e dalle tematiche interessanti affrontate dai vari paesi.

Ci è dispiaciuto vedere che alcuni padiglioni non abbiano rispettato la tematica di Expo2015 e si siano concentrati esclusivamente su aspetti volti alla promozione del turismo a scapito del tema dell’alimentazione, ma in ogni caso ci è sembrato che l’obiettivo di permettere una sorta di giro del mondo in una location unica sia stato raggiunto. Noi possiamo ritenerci soddisfatti e...le nostre papille gustative anche!


Sappiamo che vi aspettate qualche consiglio su cosa mangiare ad Expo. Ecco quindi i nostri must:

1- Le mini pankcake dell’Olanda
Il padiglione dell’Olanda non è un vero padiglione ma è uno spazio dedicato all’Olanda e costituito da diversi foodtruck. Tutti molto allettanti, ma quello che attira subito l’attenzione e l’olfatto è il foodtruck in cui vengono preparate le mini pancake con marmellate varie o crema alla nocciola per i più golosi.

2 - Il cono di patatine fritte del Belgio accompagnato da una birra artigianale
Ci aspettavamo le classiche moules & frites (cozze e patatine fritte) tipiche di Bruxelles ma abbiamo trovato solo le frites. Le cozze ci sono mancate molto ma abbiamo rimediato con una bella birra artigianale belga.

3 - Il panino all’aragosta del Maine nel foodtruck degli USA
Ha un prezzo un po’ alto ma...si tratta pur sempre di aragosta, no? Il lobster roll è un panino ormai trendy anche a New York, che ti fa sentire sofisticato già al primo boccone, anche se stai mangiando in piedi, davanti a un semplice foodtruck.

4 - Il sottofiletto in Argentina
Per gli amanti della carne consigliamo il ristorante del padiglione dell’Argentina. Il sottofiletto è sublime e viene servito con un contorno di verdure. In alternativa scegliete la parrillada mista per provare un po’ di tutto e non rimarrete delusi.

5 - Il tradizionale fish & chips al padiglione del Regno Unito
Se invece preferite il pesce e vi va di provare qualcosa di particolare (e non dietetico) il nostro consiglio vi porta al padiglione del Regno Unito dove potrete provare un delizioso fish & chips e sentirvi subito come in una delle città sul mare dell’Inghilterra. Chi ha detto che la cucina inglese non è buona? :)

 

E se ne avete già abbastanza di cibo e preferite bere qualcosa di fresco, non perdetevi la caipirinha nel padiglione del Brasile. Da sorseggiare, magari, mentre assistete al magnifico spettacolo serale dell’albero della vita tra luci, suoni e giochi d’ acqua.

Godetevi Expo e raccontateci cos’altro avete provato di buono!

Il Team di Goostalo